Siamo il tuo compagno di viaggi in giro per il mondo. Tu ci racconti l'idea, noi te la confezioniamo nei dettagli.

OrganizzareViaggi.it
Seguici su
GO UP

Tour Giordania 5 giorni

separator
Prezzo €500 5 Giorni
Scorri sotto

Tour Giordania 5 giorni

€500 a persona

La Giordania, una terra con paesaggi mozzafiato, gente ospitale e antiche rovine. Un rifugio sicuro in una regione di conflitto, la Giordania ha deliziato i visitatori per secoli con i suoi siti Patrimonio dell’Umanità, città amichevoli e paesaggi desertici stimolanti. Pensando alla Giordani a si associa subito questo stato a Petra, una delle 7 meraviglie del mondo nonché patrimonio dell’Unesco; ma la Giordania è molto più della “sola” Petra. Dalla tentacolare e moderna capitale di Amman  al relax famoso Mar Morto, dove le località ricordano più i Caraibi che il deserto; ed ancora ci sono i trekking, le immersioni e i tour in fuoristrada; questa terra ha davvero tanto da offrire.

Informazioni Utili

Lingua

La lingua ufficiale della Giordania è l’arabo, ma l’inglese è diffuso praticamente ovunque, sopratutto nei luoghi turistici come hotel e ristoranti.

Visto

Per entrare in Giordania è necessario avere un passaporto con una validità di minimo 6 mesi. Se il vostro passaporto è prossimo alla scadenza vi richiediamo di verificare questo requisito.

Per entrare in Giordania è necessario un visto: il costo è di 40 JOD per un accesso singolo nel Paese ed un soggiorno di massimo 30 giorni, prezzo che sale se invece avete bisogno di accessi multipli. Il visto si può acquistare direttamente in aeroporto all’arrivo, a qualsiasi ora atterriate, ma ricordate di cambiare i contanti o prelevare in dinari prima del controllo passaporti perché non è previsto il pagamento con carta di credito o valute estere.

Fuso orario

L’orario ufficiale in tutta la Giordania è il GMT+2. Rispetto all’orario italiano, in Giordania dovremo spostare le lancette degli orologi di 1 ore in avanti in estate e 2 ore in avanti in inverno.

Elettricità e prese di corrente

Le spine giordane sono di vario tipo, solitamente europee con spina a due poli rotondi, normali oppure inglesi a tre poli piatti. Consigliamo di portarsi un adattatore. La corrente elettrica è di 220 volt, 50 HZ AC.

Valuta

La valuta ufficiale Giordania è il Dinaro giordano (JOD). Vi sono banconote da 1, 5, 10, 20 e dinari. Le monete sono divise in 10 dirham, 100 qirsh (o piastre) e 1.000 fils. 1 JOD equivale a circa 1,29 € quindi con 1 euro otterrete circa 0,77 JOD.

Il clima

Il clima della Giordania è un clima secco arido. La temperatura media annua ad Amman nel mese di gennaio è di 5 gradi, mentre a luglio è di 30 gradi. Nella Valle del Giordano, sul Mar Morto e nel Sud, le temperature sono mediamente più alte di 10 gradi.

Vaccini necessari

Per recarsi in Giordania non è richiesta alcuna vaccinazione obbligatoria. In ogni caso, per le vaccinazioni facoltative, è sempre meglio contattare il proprio medico di fiducia. Le strutture sanitarie e la reperibilità di medicinali risultano nel complesso buone, specialmente quelle presenti ad Amman e in particolare quelle private. Molti medici giordani, peraltro, hanno studiato in Italia e parlano correntemente l’Italiano. Consigliamo vivamente di stipulare una polizza di viaggio.

Dress code

Sia gli uomini che le donne devono vestire con decoro ed evitare effusioni in pubblico. Le donne, soprattutto se da sole, devono salire sul sedile posteriore del taxi e sulle spiagge popolari del Mar Morto o di Aqaba è meglio che non usino il bikini anche se non è vietato. Non è considerato educato bere, mangiare o fumare in pubblico durante il Ramadan (mese del digiuno diurno nel mondo islamico).

Numeri di telefono utili

  • Emergenze Mediche e Ambulanza: 193
  • Polizia Amman: 192
  • Polizia resto paese: 191
  • Pompieri: 199
5 Giorni
1
Day 1: Partenza dall'Italia - Amman
Viaggio dall’Italia e arrivo all’Aeroporto di Amman (Queen Alia International Airport).   Il modo migliore per visitare la Giordania è muoversi in autonomia con auto a noleggio oppure affittando un driver locale che ci accompagni nelle varie destinazioni. Le strade fuori città sono spesso poco illuminate anche se, fatta eccezione per Amman, città caotica e trafficata, le strade in Giordania sono buone, i cartelli sono scritti in Arabo e in Inglese,ed difficile perdersi. Altro fattore rilevante è la distanza: sembra tutto molto vicino ma in realtà non lo è. Arrivando all'aeroporto di Amman sarà necessario acquistare il visto. Dedicheremo l’intera giornata alla visita dell’antica Philadelphia, Amman. Detta la città bianca per la sua immensa distesa di abitazioni bianche che ricoprono tutte le colline della capitale Per prima cosa andiamo subito a vedere la cosa più importante…la Cittadella! Durante il tragitto ammireremo anche la maestosa Moschea di Re Husseini, la più vecchia della città ma non è concesso entrare ai non musulmani. Arrivati alla storica Cittadella, la parte antica della città, immersa tra resti romani, islamici e bizantini, e proprio da quassù si può ammirare la capitale della Giordania dall’alto. Vi offrirà degli spunti fotografici sensazionali. Questo parco archeologico svetta infatti su uno dei tanti colli della città e conserva alcuni importanti monumenti tra cui il Tempio di Ercole (di cui oggi rimangono però solo alcune colonne) ed i resti della chiesa bizantina. Da qui ammireremo anche l’antico Anfiteatro Romano visitabile una volta arrivati in città. Dopo la visita della Cittadella ci andremo in Rainbow Street, la via di locali e ristoranti alla moda molto frequentati soprattutto dalla clientela più giovane; di giorno è una grandissima via di negozi, mentre di sera è perfetta per una passeggiata, fumare narghilè (o shisha) o bere del tè in uno dei tanti locali o ristoranti. Continueremo poi verso Amman Downtown dove troveremo numerosi e autentici Souk; uno degli aspetti più caratteristici delle città del mondo arabo. Vi troverete immersi tra milioni di oggetti, profumi e rumori. E se siete bravi a contrattare potreste fare degli ottimi affari. Da non perdere anche gli ombrelli colorati di Al Balad, una di quelle viuzze che non si smetterebbe mai di fotografare.
2
Day 2: Madaba - Monte Nebo - Shawbak
La giornata di oggi inizierà con Madaba con prima tappa; soprannominata la città dei mosaici, è una città situata nel nord del paese a circa 30 km da Amman. Famosa in tutto il mondo appunto per la Chiesa greco ortodossa di S.George che al suo interno conserva la mappa mosaica che mostra la rappresentazione del Medio Oriente ai tempi antichi, la Mappa di Terrasanta, un mosaico risalente al 560 d.C. che descriveva con grande accuratezza appunto l’area mediorientale dall’Egitto alla Palestina, indicando (in greco) più di 150 località. Al centro spicca, facilmente individuabile, la Città Santa di Gerusalemme.   Riprendiamo l’auto e proseguiamo sulla stessa strada, la Strada dei Re, una strada che ha ben 5.000 anni alla volta del Monte Nebo, un luogo sacro perché è il luogo in cui Mosè vide la Terra Santa di Canaan, la Terra Promessa, si dice anche sia il luogo in cui è stato seppellito. Ė il luogo sacro maggiormente venerato in Giordania e meta di pellegrinaggio dei primi Cristiani. Da qui il panorama è mozzafiato, si vede il Mar Morto, Gerico e nei giorni senza foschia si vede anche la vicina Israele.   Continuiamo poi verso il sud sulla Strada dei Re, uno dei percorsi più antichi del commercio nel mondo che prosegue per più di 300 km lungo il dorso montuoso della Giordania. Strada facendo ci fermeremo per visitare i resti della vecchia gloria dei crociati, la fortezza di Shobak (o Sawbak), a meno di un'ora a nord di Petra. Si trova in cima a una collina che domina tutto il Wadi Araba (la valle di Araba). Il panorama che si ha da quei è veramente mozzafiato. Venne costruito al tempo dai Crociati che volevano controllare le rotte commerciali tra l'Egitto e la Siria; ha resistito circa 70 anni agli attacchi dei musulmani fino a quando Saladino stesso lo conquistò dopo più di un anno di assedio; una storia simile lascia immaginare un'immensa fortezza inespugnabile.
3
Day 3: Petra
La giornata di oggi sarà tutta interamente dedicata alla straordinaria scoperta della città rosa, Petra! Petra, antica città nabatea, venne descritta così da Lawrence d’Arabia la prima volta che si trovò qui: “Petra è il più bel luogo della terra non per le sue rovine, ma per i colori delle rocce, tutte rosse e nere con strisce verdi e azzurre, quasi dei piccoli corrugamenti, e per le forme delle sue pietre e guglie, e per la sua fantastica gola, in cui scorre l’acqua sorgiva. Di questo paesaggio ho letto una serie infinita di descrizioni che però non riescono assolutamente a darne un’idea conforme al vero e sono sicuro che nemmeno io vi riuscirei. Quindi tu non saprai mai che cosa sia la realtà di Petra, a meno che tu non ci venga di persona”. Definire quindi Petra un vero e proprio miracolo della Terra credo sia più che lecito. Il sito di Petra è immenso e quindi i percorsi a disposizione dei visitatori sono tantissimi ma noi ve ne consigliamo quattro da dividere tra la giornata di oggi e la mattinata di domani. In ogni caso a qualsiasi ora e qualsiasi percorso si è scelto, non si rimarrà assolutamente delusi dalla bellezza di questo posto; ad ogni angolo si rimane a bocca aperta, ogni scorcio è diverso dall’altro; Petra è semplicemente unica. Consigliamo comunque di fare tutto in 2 giorni per goderselo e fare tutto con più calma. È una delle meraviglie del mondo quindi conviene godersela appieno! Il percorso principale è completamente pianeggiante e vi porterà innanzitutto ad attraversare il Siq, una gola stretta lunga che vi porterà piano piano all’incredibile vista del portale rosso fuoco scavato nella roccia e quando svolterete l’ultimo angolo vi ritroverete di fronte al maestoso Tesoro di Petra (Al-Khazneh)! Il tesoro dei faraoni costruito dai Nabatei per il loro popolo è una delle 7 meraviglie del mondo moderno e qui scoprirete il perché. Una curiosità, è questo il luogo dove è custodito il Santo Graal nel film Indiana Jones e l’ultima Crociata è appunto il tesoro di Petra.   Dopo aver ammirato questo luogo magico e aver scattato mille fotografie con e senza i numerosi cammelli e beduini presenti continueremo il percorso che ci porterà, a destra del Tesoro, alla Strada delle Facciate, dove vedremo una fila di Tombe Nabatee scavate nella roccia. Poco più avanti si trova una lunga scalinata scavata nella roccia che vi porterà in alto fino all’Altare del Sacrifico e una volta arrivati fino alla famosa bandiera giordana, la vista sull’intero sito di Petra sarà oltremodo spettacolare. L’altare veniva probabilmente utilizzato per importanti cerimonie religiose. Torneremo poi giù per proseguire nella via principale di Petra e vedremo prima il Teatro scavato nella roccia che poteva accogliere circa 4.000 spettatori; la parete dietro al palco fu costruita dai Romani. Proseguiremo ancora fino a vedere in alto a destra le quattro strutture delle Tombe Reali . Seguiremo il percorso passando appunto di fronte alla Tombe costeggiando la montagna che ci porterà a raggiungere dei gradini che ci condurranno al punto panoramico più alto da dove ammirare il fantastico Tesoro. Il percorso è breve ma un po’ più impegnativo, vale assolutamente la pena. Assisteremo in fine la sera al magico spettacolo serale del Petra by night che permette di ammirare il Tesoro tutto illuminato e adornato da piccole candele tutto intorno e lungo tutto il percorso.
4
Day 4: Petra - Little Petra - Wadi Rum
Dedicheremo la mattinata di oggi all’ultima, di certo assolutamente non per importanza, meta all’interno del sito archeologico di Petra. Personalmente credo che chi si rechi a Petra assolutamente deve fare anche questo percorso; è un po’ faticoso ma verrà tutto ripagato dalla bellezza del luogo, vi assicuro che rimarrete senza fiato (in tutti i sensi :-D ); ritengo questo il vero “tesoro nascosto” di Petra. Percorreremo i 900 gradini lungo il percorso fino ad arrivare al bellissimo e leggendario Monastero (Ad.Deir); il monumento altro 48 metri per 47 di larghezza risale al regno di Re Rabel II. Costruito come tomba dai nabatei, forse per re Obodas I e il suo nome viene dalla presenza di croci scolpite sulle pareti dei suoi interni, probabilmente è stato utilizzato come chiesa in epoca bizantina. Il cortile davanti al Monastero era un tempo circondato da colonne e probabilmente utilizzato per le cerimonie sacre.   In seguito torniamo alla macchina e ci dirigiamo dopo circa 9km a Piccola Petra (Siq al-Barid). Alla lettera “Canyon Freddo”, Little Petra è un villaggio neolitico del 7.200 a.C, considerato la principale stazione per le carovane nel regno nabateo; nelle pianure un tempo fertili gli animali da soma e da sella potevano pascolare ampiamente e grazie alle numerose cisterne, c'era acqua a sufficienza per consentire all'agricoltura di prosperare. Gli edifici lunghi 350 metri, scavati nella roccia, hanno avuto origine molto probabilmente nel periodo di massimo splendore dell'Impero nabateo durante il I secolo d.C. e sembrano aver avuto principalmente scopi cultuali. Dopo l’ingresso a forma di imbuto con una tomba con facciata classica, si arriva ad un cancello e uno stretto passaggio dove si accede alla gola profonda e “fresca”. Torneremo alla macchina si continuerà verso sud nel deserto più grande e meraviglioso della Giordania, il deserto del Wadi Rum (la Valle della Luna). A rendere spettacolare l’altopiano di Wadi Rum è la presenza di formazioni rocciose, spesso vere e proprie montagne, modellate dall’erosione del vento che sorgono fra dune di sabbia finissima arancione. Nel Wadi Rum è possibile trascorrere qualche ora in 4x4 per un giro, oppure una notte in un campo tendato e dopo aver visto le stelle dal Wadi Rum il cielo non vi sembrerà mai più lo stesso. Attenzione che nel deserto la notte può essere molto fredda, per cui vestitevi adeguatamente. Faremo 2 ore di Jeep 4x4 all’interno del deserto per vedere le dune e scattare delle meravigliose foto del tramonto in Wadi Rum. A livello paesaggistico è uno dei posti più belli del mondo e forse anche il deserto più bello del mondo. I colori sono così intensi da sembrare finti, gli spazi aperti talmente immensi che sembrano infiniti. Se hai visto il Wadi Rum hai visto Marte. Uno dei luoghi più belli da vedere all’interno del deserto è la Sorgente di Lawrence D’Arabia, così denominata grazie alla presenza di un acquedotto nabateo scavato nella roccia e da lui riscoperto. Deve il suo nome al leggendario scrittore inglese che la citò nel suo libro “I sette pilastri della saggezza”; Passeremo appunto la notte in un campo tendato beduino dove avremmo anche la fortuna di poter assistere e partecipare all’autentica cena beduina dove assaggeremo il famoso zaarb, un piatto beduino di carne marinata molto tenera e accompagnata da verdure, cotto in una fossa scavata nella sabbia e avvolto da carboni ardenti.
5
Day 5: Mar Morto - Ritorno in Italia
Ci dirigeremo oggi al Mar Morto, una delle più spettacolari meraviglie della natura del nostro pianeta, luogo misterioso, il punto più basso di tutta la terra, oltre 430 metri sotto il livello del mare con una salinità estremamente alta (il 33%). Ci godremo un bagno qui e questa è una di quelle esperienze da fare almeno una volta nella vita, galleggiare senza fare il minimo sforzo è divertentissimo. Rilassatevi stesi sulla schiena e galleggiate sulla superficie tenendo in mano un giornale o un libro. Raccogliete sotto i piedi un po’ di fango del Mar Morto, ricco di sali minerali e particolarmente benefico per la pelle, e spalmatevelo sul corpo, poi risciacquatevi con un bagno in mare o una doccia d’acqua dolce. PS: in realtà il Mar Morto è un lago! ;-) Ritorneremo in serata ad Amman per il trasferimento all’Aeroporto di Amman (Queen Alia International Airport) per il viaggio di ritorno in Italia.

Tour Location

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Cras sollicitudin, tellus vitae condimentum egestas, libero dolor auctor tellus, eu consectetur neque elit quis nunc. Cras elementum pretium est.
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Donec viverra purus vitae venenatis laoreet. Phasellus tincidunt rhoncus rutrum. Mauris a eleifend nisl. Cras ac bibendum massa. Maecenas et pellentesque dui, vitae varius enim. Ut sit amet turpis lacus. Suspendisse interdum nunc et enim congue fermentum. Aliquam a turpis ac orci pulvinar venenatis. Ut tincidunt ante ex, tempus lobortis leo luctus non. Nulla mattis libero eu tincidunt fermentum. Vestibulum iaculis ac leo et dictum. Etiam porta faucibus orci, in auctor magna vehicula eu. Proin aliquam accumsan est. Sed mattis fringilla eros, ut viverra leo rhoncus id. Mauris vestibulum venenatis diam id pretium. Duis eu est efficitur, egestas nisl non, finibus arcu. Proin quis lorem in purus.
Sad naeos, mauris in erat justo. Nullam ac urna eu felis dapibus condimentum sit amet a augue. Sed non neque elit. Sed ut imperdiet nisi. Proin condimentum fermentum nunc. Etiam pharetra, erat sed fermentum feugiat, velit mauris egestas quam, ut aliquam massa nisl quis neque. Suspendisse in orci enim. Suspendisse in orci enim. Sed non mauris vitae erat consequat auctor eu in elit. Class aptent taciti sociosqu ad litora torquent per conubia nostra, per inceptos himenaeos. Mauris in erat justo. Nullam ac urna eu felis dapibus condimentum sit amet a augue. Sed non neque elit. Sed ut imperdiet nisi. Proin condimentum fermentum nunc. Etiam pharetra, erat sed fermentum feugiat, velit mauris egestas quam, ut aliquam massa nisl quis neque. Suspendisse in orci enim. Sed non mauris vitae erat consequat auctor eu in elit. Class aptent taciti sociosqu ad litora torquent per conubia nostra, per inceptos himenaeos. Mauris in erat justo. Nullam ac urna eu felis dapibus condimentum sit amet a augue. Sed non neque elit. Sed ut imperdiet nisi. Proin condimentum fermentum nunc. Etiam pharetra, erat sed fermentum feugiat, velit mauris egestas quam, ut aliquam massa nisl quis neque. Suspendisse in orci enim.

Leave a Reply

Accommodation
Meals
Overall
Transport
Value for Money